WIM DELVOYE ::
SOLO SHOW

Ci sono già abbastanza motivi per innamorarsi della città di Lucca: il centro storico e i suoi capolavori, le magnolie in fiore nel Giardino Elisa, le ville. Ma oggi c’è un motivo in più. La Chiesa di San Cristoforo ospita la mostra personale dell’artista belga Wim Delvoye. Fino al 1 Settembre 2013, saranno esposte le seguenti opere: Untitled, una torre monumentale alta 11 metri, già presentata al Musée du Louvre di Parigi, i sette bronzi che compongono Holy Family Series, e Double Coccyx, una scultura creata appositamente per la mostra di Lucca.
Tutto dialoga perfettamente con la navata, con l’altare e con l’abside, per dare vita ad una relazione sorprendente tra arte medievale ed arte contemporanea. La maestosità di Untitled è un esempio di quanto l’arte dei nostri giorni possa interagire non solo con uno spazio sacro, ma con la religione stessa.
“Mi è piaciuto il fatto che San Cristoforo fosse una chiesa – ha spiegato Delvoye – È un bell’edificio, costruito con buoni materiali, di belle dimensioni, carico di storia e denso di significati simbolici. Mi piace il fatto di entrare in una relazione diretta con il territorio attraverso l’utilizzo dei suoi materiali all’interno del mio lavoro”. Non bisogna infatti dimenticare la peculiarità della Chiesa di San Cristoforo, ovvero il suo essere un luogo dedicato al dolore e alla sofferenza umana. Nel 1939-40, sono stati eliminati gli intonaci, gli altari barocchi e le volte del ’400, rendendo l’edificio un luogo in memoria dei soldati lucchesi morti in guerra. La chiesa non è stata più utilizzata per il culto religioso e i nomi dei soldati sono stati incisi sulle pareti delle navate. Le opere di Wim Delvoye si confrontano con tutta questa sofferenza, mettendo in mostra la sensibilità dell’artista autore della controversa opera Cloaca (2000). Una mostra toccante.

Gabriele Girolamini
17.04.2013

Wim Delvoye :: Solo Show
Chiesa di San Cristoforo
web: www.artscristoforolucca.com

Lucca, 2 Marzo – 1 Settembre 2013